/ by /   News / 0 comments

Westhouse Group e Future Consulting: due grandi agenzie per la ricerca e selezione del personale uniscono le forze

teamwork

Globalizzazione, digitalizzazione e cambiamento demografico: le macro tendenze del nostro tempo stanno provocando cambiamenti che il mondo non vedeva dai tempi della rivoluzione industriale. Il modo in cui viviamo, lavoriamo e facciamo business sta cambiando radicalmente.
L’innovazione tecnologica crea nuovi compartimenti industriali e modelli di business che rivoluzionano il mercato del lavoro. La concorrenza estera sta diventando sempre più forte.
Le aziende sono portate a mettere continuamente alla prova i loro processi e a svilupparli sempre di più, dipendendo dalle migliori menti e idee, soprattutto in ambito IT.
L’attuale crisi provocata dal Corona Virus ha messo in luce come molte aziende abbiano ancora molto su cui lavorare.

Questo sviluppo ha un impatto diretto sul settore della ricerca e della selezione del personale: è a questo infatti che le aziende si rivolgono per una consulenza esterna nella ricerca di professionisti adeguati e altamente qualificati.
Per le agenzie di ricerca e selezione del personale, l’interruzione sociale ed economica significa principalmente una cosa: una grande opportunità per sfruttare il nuovo potenziale commerciale e generare una crescita sostenibile.
Anche il Gruppo Westhouse sta cogliendo questa opportunità, unendo le proprie forze con la Future Consulting di Francoforte sul Meno.

Westhouse e Future – “It’s a match!”

Perchè queste due società nello specifico? “Ci completiamo perfettamente a vicenda, sia nei nostri modelli di business sia nella struttura dei nostri clienti e delle sedi”, afferna René Troche, amministratore delegato di Westhouse Consulting e Westhouse Engineering. Julian Schotten, amministratore delegato di Future Consulting, è fiducioso che le due società cresceranno rapidamente insieme anche a livello culturale.
“Condividiamo gli stessi valori e gli stessi standard di qualità, che sono buoni prerequisiti”, afferma.
Con la fusione, Troche e Schotten formano la coppia dirigente per il business Tedesco.

Il Gruppo Westhouse si è finora specializzato nel collocamento di esperti nell’area dell’IT, ma anche nei settori dell’ingegneria, della finanza e delle scienze, con un focus particolare ad aziende di medie dimensioni.  Attualmente è il numero 7 nella classifica Lünendonk delle agenzie freelance IT più performanti.
Future Consulting ha un’attività relativamente piccola ma stabile nel collocamento di consulenti IT specializzati, forte però di un particolare focus su gruppi aziendali di diversi settori (DAX e MDAX).
Una combinazione ideale: “Vogliamo raggruppare il know-how di entrambe le aziende e imparare gli uni dagli altri al fine di diventare più efficienti e quindi ancora più interessanti per i clienti”, afferma Guido Sieber, che gestisce le società svizzera di Westhouse e continuerà a essere responsabile delle relative funzioni centrali (tra cui risorse umane, marketing, IT).

Più benifici per i clienti grazie a un database di candidati più ricco

Anche il primo feedback da parte dei clienti è positivo “Siamo entusiati di poter beneficiare di un ancor più vasto pool di candidati offerto da Westhouse per la ricerca di specialisti per I nostri progetti” afferma Hans-Georg Schulz, direttore della gestione e consulenza IT di BearingPoint, che si avvale dei servizi di recruiting di Westhouse da diversi anni.

L’approdo di Future nell’universo Westhouse avverrà in due momenti: dall’inizio del mese di Maggio 2020 entrambe le società e le loro filiali faranno capo a Westhouse. A partire da quel momento la Future Group verrà gradualmente incorporata a livello tecnico e organizzativo all’interno di Westhouse ma inizialmente rimarrà presente sul mercato con il proprio nome.
L’unione dei brand sotto un’unica insegna avverrà nell’estate 2020 quando le società e le loro affiliate saranno riunite sotto il nuovo nome di “Westhouse Holding”.

Con la fusione la nuova Westhouse continuerà a scalare la classifica delle agenzie più performanti in ambito IT, con l’obiettivo di posizionarsi nella top 3 entro il 2025 grazie al suo ricco pool di esperti e una strategia di vendita vincente.