/ by /   Lavoro, News, Nuove tecnologie / 0 comments

Social Recruiting: come trovare il candidato giusto

Il digitale ha un impatto significativo anche in ambito di ricerca e selezione del personale tanto che ad oggi i social media si rivelano un ottimo strumento sia per chi cerca lavoro che per le aziende o le società di ricerca e selezione.

Negli ultimi anni la ricerca di lavoro e professionisti è diventata sempre più social grazie all’introduzione di nuove piattaforme digitali che accorciano i tempi del matching tra i potenziali candidati e chi fa selezione.

Inoltre è sempre più alta la percentuale di candidati passivi, quelli ossia che non ricercano attivamente una professione o una nuova carriera, ma che comunque rispondono agli stimoli di contatti diretti da parte dei recruiter e HR, valutando la possibilità di cambiare lavoro.

Questo fenomeno è particolarmente frequente nel compartimento IT, grazie anche alla recente situazione del mercato lavorativo causata dal Covid-19, che vede le aziende in prima posizione nel processo di digitalizzazione.

Ma che cos’è il social recruiting?

Con il termine social recruiting si fa riferimento all’utilizzo dei social network per trovare potenziali candidati e valutare le loro competenze per inserirli nella propria rete e reclutarli.

Con LinkedIn in prima posizione, vediamo come tutti i principali Social Media siano coinvolti nel processo di selezione lavorando in concerto per ricavare un quadro generale dei candidati che comprenda

  • La verifica delle competenze elencate nel cv
  • Un check della rete del candidato
  • Una verifica sui contenuti pubblicati e la digital reputation
I social media più utilizzati nel processo di selezione

Come attrarre e individuare il candidato corretto sui social?

Nel recruiting marketing e nel social recruiting sono fondamentali la brand awareness e la comunicazione: i professionisti con i quali vogliamo entrare in contatto devono infatti poter avere una buona opinione dell’azienda o dell’agenzia che li contatta, e questa si costruisce attraverso un attento lavoro di promozione dell’immagine aziendale, con la creazione di contenuti di valore e interessanti per il target di riferimento e la loro diffusione sul sito internet o i social.

Un aiuto all’identificazione del candidato giusto può essere l’ideazione della propria “cadidate persona”: un insieme di caratteristiche reali e concrete che vorreste trovare nella persona da inserire nel vostro team.
Provate a visualizzare le competenze personali (soft skills), quelle tecniche (hard skills),la posizione che dovrebbe ricoprire e la motivazione necessaria per il ruolo: una volta fatto andate poi a redigere una job offer che si rivolga direttamente a quella persona.

Ricordatevi poi di selezionare il giusto canale sul quale condividere la ricerca: le nuove generazioni non utilizzando gli stessi social e gli stessi strumenti di comunicazione di figure senior con 10-15 anni di esperienza!

Quali sono i vantaggi del social recruiting?

L’inclusione dei Social Media all’interno del processo di selezione permette ad aziende e agenzie di individuare i migliori talenti presenti sul mercato attraverso una sinergia di network e contenuto.

I vantaggi sono molteplici:

  • Digitalizzazione e tracciabilità del processo
  • Parterre potenzialmente illimitato e sempre aggiornato
  • Rapidità del feedback
  • Informazioni più complete e verificabili sui professionisti
  • Apertura immediata al mercato internazionale
  • Supporto alle strategie di employer branding
  • New generation attraction

Segui le pagine Social di Westhouse per essere sempre aggiornato sulle ricerche attive e approfondire temi riguardanti il mondo del lavoro: le nuove prospettive del mercato IT, l’evoluzione della consulenza informatica e tanti consigli su come approcciarsi al meglio al processo di selezione.

Ci trovi su LinkedIn, Facebook e Instagram.